Torna al blog

Monete della privacy: Quali criptovalute offrono davvero l'anonimato?

Il mondo delle criptovalute afferma di avere la tecnologia sicura come spina dorsale. Tra le tante criptovalute sul mercato, Bitcoin è probabilmente la scelta più ovvia in quanto la più sicura grazie al suo enorme hash rate o alla potenza di calcolo necessaria per verificare e aggiungere alla blockchain di una criptovaluta. Man mano che l’hash rate aumenta, diventa sempre più difficile per gli hacker attaccare la rete.

Tuttavia, la sicurezza delle transazioni non è l’unica cosa che gli investitori considerano quando acquistano e detengono risorse digitali; Gli investitori sono anche preoccupati per il grado di anonimato offerto da una criptovaluta. La necessità di anonimato è qualcosa che Unijoin può fornire attraverso la sua tecnologia che non richiede registri, non lasciando spazio agli hacker per accedere alle tue informazioni personali.

I portafogli in genere non includono le informazioni di base dell'utente come nome e indirizzo fisico. Sono però facilmente rintracciabili perché sul wallet è presente un codice che comprende una serie di numeri e lettere. Questa tracciabilità rende più facile per gli hacker prendere di mira gli investitori facoltosi per rubare risorse digitali.

Le criptovalute più popolari come Bitcoin ed Ethereum non sono affatto anonime. Sono semplicemente pseudonimi , il che significa che gli investitori possono modificare e mascherare gli indirizzi dei propri portafogli per rendere difficile tracciare e analizzare le proprie risorse digitali. È garantita l'autenticità delle transazioni nonostante la sfida di rintracciare il proprietario delle transazioni o di effettuare riferimenti incrociati alle transazioni se uno qualsiasi dei molteplici beni appartiene alla stessa persona.

Bitcoin è diventato massiccio nel corso degli anni nonostante le limitazioni previste della sua rete privata. I governi e le aziende private stanno già analizzando e mantenendo una stretta sorveglianza sulla blockchain per diversi motivi, come l’uso della tecnologia blockchain per spostare fondi destinati ad attività illecite. Ma gli investitori e i commercianti trovano il modo di rendere anonime le loro transazioni attraverso CoinJoin e il coin burn.

In questo articolo esploreremo le criptovalute disponibili che offrono un vero anonimato crittografico senza utilizzare metodi di terze parti come CoinJoin e le loro funzionalità che sono molto migliori della maggior parte delle risorse digitali.

Monete sulla privacy popolari

Monero (XMR)

Il white paper di Monero sottolinea specificamente che l'aspetto più importante del suo sviluppo è la sicurezza e l'anonimato. Questo altcoin è una delle prime criptovalute a pubblicizzare la sua rete anonima potenziata.

A differenza della maggior parte delle blockchain, dove le informazioni complete di ogni transazione sono archiviate in un registro pubblico e sono accessibili a chiunque, la rete blockchain di Monero, XMR, non è disponibile al pubblico.

Monero fornisce inoltre agli investitori la generazione automatica di nuovi indirizzi di portafoglio per ogni transazione, il che rappresenta un vantaggio significativo per la maggior parte delle criptovalute che necessitano ancora della presenza di servizi di terze parti come CoinJoin o mixaggio di monete. Nel frattempo, i portafogli non sono gli unici nascosti nelle transazioni di XMR, ma anche il numero di monete inviate dagli investitori.

Nascondere le informazioni dell'utente è reso possibile da Monero attraverso una tecnologia chiamata Ring Confidential Transaction o RingCT . Segue lo stesso meccanismo delle firme ad anello, una tecnologia implementata anche da Monero per nascondere la firma digitale mescolandola con esche in modo che i verificatori non possano identificare quale delle firme ha inviato il denaro.

RingCT è una versione migliorata delle firme degli anelli. Mentre le firme degli anelli possono nascondere l'indirizzo del portafoglio dell'utente, RingCT consente agli utenti di nascondere la quantità di monete Monero che stanno inviando e ricevendo.

PIVX (PIVX)

Private Instant Verified Transaction (PIVX) è una rete blockchain open source con le funzionalità di sicurezza di Shield. Come qualsiasi altra rete blockchain anonima, PIVX utilizza la prova crittografica zk-SNARK o Zero-Knowledge Succinct Non-interactive Argument of Knowledge. Questa prova crittografica fa uso di una chiave segreta sviluppata prima che avvenga una transazione. La chiave consente agli utenti di completare le proprie transazioni dimostrando che gli utenti dispongono di determinate informazioni senza rivelare quali siano tali informazioni.

Sebbene i sistemi Proof of Work di Bitcoin e Monero siano indubbiamente sicuri, alla fine diventano inefficienti in termini energetici quando raggiungono una certa dimensione. D'altra parte, PIVX utilizza una prova di puntata per premiare i minatori. Le prove necessarie per le transazioni PIVX sono considerevolmente leggere, avendo solo circa 144 byte generati da sistemi informatici a bassa potenza. Questo è un enorme vantaggio in termini di efficienza spaziale e velocità, rispetto alla dimensione di prova di Bitcoin, che può arrivare fino a 1 megabyte.

Mentre la maggior parte delle criptovalute anonime sono comunemente utilizzate da investitori esperti, PIVX mira a ottimizzare la navigazione degli utenti semplificando le opzioni di transazioni trasparenti o protette. Tuttavia, una volta completata una transazione protetta, l'utente può comunque rivelare le informazioni sulla transazione, come l'indirizzo del portafoglio e la quantità di monete inviate a una parte fidata.

Zcash (ZEC)

Sebbene non sia efficiente come PIVX, Zcash funziona anche con il protocollo zk-SNARK. L'utente ha inoltre bisogno di almeno 4 GB di RAM per abilitare la funzione di transazione nascosta della moneta. Il registro aperto è ancora l'opzione di transazione predefinita di Zcash. Tuttavia, è un’opzione molto più flessibile rispetto alla popolare criptovaluta Bitcoin, grazie alla sua fungibilità e intercambiabilità delle monete.

Esiste un hardware dedicato per il mining di Bitcoin chiamato ASIC o circuito integrato specifico per l'applicazione. Zcash, d'altra parte, è resistente all'ASI, il che significa che le transazioni non si basano su hardware appositamente progettato. Ciò è vantaggioso perché più persone possono dedicarsi al mining di Zcash senza preoccuparsi delle specifiche hardware richieste.

Gli utenti possono rivelare informazioni tramite promemoria crittografati a una parte fidata per ogni transazione andata a buon fine. Anche se viene rivelato al destinatario, il modo in cui il promemoria viene inviato è protetto e non rivelato al pubblico.

Dash (DASH)

Essendo la prima criptovaluta privata creata nel 2014, Dash è in circolazione da gran parte del tempo in cui la criptovaluta è entrata sotto i riflettori finanziari. Precedentemente si chiamava DarkCoin, ma in seguito è stato rinominato DASH come abbreviazione di “contante digitale”.

Dash supporta i miner pubblici, ma dispone anche di "masternode". I masternode ricevono circa il 45% di tutti i premi minerari perché oltre a verificare le transazioni e nascondere le informazioni dell'utente, questi masternode svolgono altre funzioni che accelerano le transazioni, ad esempio i trasferimenti istantanei.

Tuttavia, la presenza dei masternode significa anche che la rete blockchain di Dash è in qualche modo centralizzata. Ma c’è un compromesso a questo svantaggio. Poiché Dash funziona su un masternode dedicato, la velocità con cui vengono eseguite le transazioni è significativamente più veloce rispetto alla maggior parte delle criptovalute. Anche le commissioni sono più basse, addebitando solo da 0,01 a 0,02 dollari per ogni transazione, rispetto alle transazioni Bitcoin che vanno da 1 dollaro a più di 30 dollari per transazione.

Dash ha diverse funzionalità, incluso InstantSend. Ancora più importante, c'è anche PrivateSend, che utilizza i masternode e agisce come CoinJoin o mescolamento di monete che oscura di proposito l'origine e la destinazione delle monete.

Verge (XVG)

Verge è probabilmente una delle criptovalute uniche perché non si basa su tecniche crittografiche per verificare le transazioni. Invece, Verge utilizza tecnologie consolidate come la rete Onion Router (Tor) e Invisible Internet Project (I2P). Verge è specificamente orientato a servire coloro che cercano soprattutto l'anonimato.

Tor rimbalza le informazioni su più server globali tramite relè e tunnel di rete per nascondere le informazioni transazionali. I2P, d’altro canto, funziona in modo molto più simile al mining, solo che la sua funzione principale è crittografare le informazioni utilizzando una rete di comunicazione peer-to-peer.

Oltre a nascondere l'indirizzo del portafoglio, nasconde anche l'indirizzo IP dell'utente, in modo che gli hacker non abbiano modo di risalire all'origine della moneta.

Conclusione

Le risorse digitali di per sé sono sicure, ma l’identità dei proprietari di tali risorse digitali non è del tutto anonima, soprattutto con i recenti movimenti dei governi nazionali e delle loro agenzie per regolamentare la criptovaluta.

Sono ancora in fase di sviluppo nuove tecnologie per migliorare ulteriormente la criptovaluta e la presenza di tecnologie come la prova di stake e zk-SNARK consente di avviare transazioni anonime riducendo al contempo il consumo di energia.

Le criptovalute come Monero, Dash, PIVX, Verge e ZCash hanno aperto la strada all'anonimato nella criptovaluta. Non sarà una sorpresa se altre criptovalute seguiranno l’esempio.

Nel frattempo solo poche criptovalute selezionate offrono l'anonimato, puoi fare affidamento su una piattaforma di mixer bitcoin affidabile come UniJoin, i cui servizi CoinJoin prevengono il rischio di accesso non autorizzato ai tuoi record.

Condividi:
Notizie e guide

Articoli simili

October 17th, 2023
Tutela della privacy degli utenti cinesi di Bitcoin: un'analisi approfondita del Mixer Bitcoin di UniJoin.io
La comunità cripto cinese deve affrontare troppi ostacoli per salvaguardare la propria privacy finanziaria e l'anonimato. UniJoin può venire in soccorso?
10 min da leggere
4611
October 3rd, 2023
I Segreti Del Monitoraggio Del Dark Web: Proteggere La Propria Impronta Digitale
Questo articolo esplora ciò che il monitoraggio del Dark Web può fare per proteggere le informazioni personali e i segreti aziendali.
9 min da leggere
5217
September 19th, 2023
Territorio selvaggio: perché il Dark Web non è stato ancora bandito?
I criminali informatici coinvolti in attività insidiose come il traffico di droga e armi illegali affollano il Dark Web. Le autorità stanno perseguendo questa parte di Internet?
8 min da leggere
4071

Utilizzare UniJoin per Anonimizzare
le tue criptovalute

Unisciti a Bitcoin Mixer UniJoin per ricevere monete qualitativamente non rintracciabili con l'aiuto della tecnologia CoinJoin.
Utilizzate UniJoin Bitcoin Mixer per anonimizzare le vostre finanze in criptovalute