Torna al blog

Come posso usare Tor Browser per entrare in modo anonimo nella Darknet?

Su Internet si dice che difficilmente potrai scalfire la superficie dell'intera rete mondiale se accedi solo alla "rete in chiaro". Ed è vero. C'è molto di più in Internet oltre a Google, Facebook e Twitter.

Nonostante il suo nome piuttosto sinistro, la darknet ha molti casi d'uso che includono l'esatto opposto di ciò a cui è sempre erroneamente associata: il pericolo. La darknet, o “deep web”, è semplicemente una parte di Internet che non è indicizzata da Google o da altri motori di ricerca.

È un luogo in cui, per paura della sorveglianza, viene data priorità all'anonimato, consentendo alle masse di accedere a un'ampia gamma di contenuti senza restrizioni da parte del governo o dello stesso provider Internet.

Sapendo come navigare nel dark web , è anche sempre necessario prendere delle precauzioni, oltre a conoscere i metodi necessari e possedere gli strumenti necessari per accedervi in ​​primo luogo. È qui che entra in gioco il browser Tor.

“Tor” è l’acronimo di “The Onion Router”. È un progetto open source che consente agli utenti di Internet di aggirare la censura che di solito ha la rete in chiaro, imposta dal governo di un paese. Enfatizza il "instradamento" del traffico Internet degli utenti verso più server e la crittografia in modo che sia al sicuro dagli attacchi e lontano dalla sorveglianza e dalla censura.

In questo articolo esploreremo il processo passo dopo passo per accedere alla darknet tramite il browser Tor, così puoi essere certo che ogni contenuto è libero da censura e che la tua attività non può essere ricondotta al tuo indirizzo IP.

Ma prima di ciò, è importante comprendere il concetto stesso di Tor e come è stato concepito, quindi è giusto iniziare con la sua storia.

Storia di Tor Browser

Il browser Tor è nato come risposta alla chiara sorveglianza della rete a cui Internet era suscettibile nei suoi primi giorni. David Goldschlag, Mike Reed e Paul Syverson del Naval Research Lab (NRL) degli Stati Uniti hanno concepito per la prima volta questa idea nel 1995, quando Internet era ancora agli albori. La loro ricerca ipotizzava che fosse possibile utilizzare Internet in modo completamente anonimo.

Tuttavia, fu solo all'inizio degli anni 2000 che iniziarono ad avere luogo le prime attività di ricerca e implementazione del router a cipolla, guidate da Roger Dingledine e Paul Syverson e finanziate dalla Electronic Frontier Foundation .

Il progetto ha rapidamente guadagnato popolarità quando oltre una dozzina di server provenienti da diversi paesi si sono offerti volontari per fungere da nodi. Ha permeato anche il movimento attivista poiché Internet all’epoca aveva ancora molte restrizioni e sorveglianza imposte dal governo degli Stati Uniti tramite firewall e tracciamento delle transazioni.

Nonostante la tecnologia fosse promettente, era ancora difficile da capire, soprattutto per le persone che non avevano accesso a Internet prima dello sviluppo di Tor.

La rete oscura

Ora che abbiamo un'idea di base di cosa sia Tor e di come aiuta a mascherare il tuo indirizzo IP attraverso il routing e la crittografia, è tempo di esplorare cos'è la darknet.

Come accennato in precedenza, la darknet si riferisce alla parte di Internet che Google non indicizza. Ciò significa che non è possibile accedere alla darknet con il browser di base e la configurazione di rete perché utilizza un protocollo di comunicazione del tutto unico e personalizzato .

Nonostante il suo nome apparentemente famigerato che ispira paura tra gli utenti di Internet, la parte “oscura” della darknet si riferisce semplicemente al fatto che è invisibile agli altri, o “nell’oscurità”.

Proprio come l’ideazione del browser Tor, anche la darknet nasce dall’idea che le persone dovrebbero poter sfuggire alla sorveglianza di massa e mirata e proteggersi dalla violazione della privacy.

Detto questo, l’accesso alla darknet non è illegale. Come qualsiasi altra cosa su Internet, ciò che è illegale è fare qualcosa in modo anonimo che viola la legge, come vendere armi non registrate a persone senza licenza o scambiare droghe illegali, cosa che è già stata fatta in passato.

Come utilizzare Tor Browser per entrare nella Darknet

Questa parte dell'articolo ti guiderà attraverso il processo passo passo per accedere alla darknet. Dato che è ancora possibile che altre persone esperte di tecnologia ti rintraccino se non prendi precauzioni per proteggerti, svolgere qualsiasi attività sulla darknet che meriti protezione della privacy è ancora piuttosto rischioso. Potrebbe provocare attacchi di pirateria informatica o furto di identità.

Passaggio 1. Scarica Tor Browser

Il software Tor è open source, quindi chiunque può scaricarlo gratuitamente purché disponga di un accesso Internet stabile. Anche se è stato creato appositamente per consentire agli utenti di accedere alla rete oscura, è anche possibile accedere alla rete in chiaro con questo browser poiché è basato su Mozilla Firefox.

Passaggio 2. Utilizza una VPN

È facile pensare che, poiché utilizzi la rete Tor tramite il suo browser dedicato, sei già al sicuro dal pubblico. È vero che non è facile rintracciare il tuo indirizzo IP quando usi il browser Tor a causa della crittografia, ma i nodi utilizzati dalla rete Tor sono pubblici.

Ciò significa che il tuo fornitore di servizi Internet non può vedere il traffico che contiene l'attività che stai svolgendo su Internet, ma può vedere che stai utilizzando il browser Tor.

Questo è ancora un rischio poiché l’utilizzo di Tor susciterà sospetti da parte degli ISP e, in ultima analisi, del governo. Ciò vanifica lo scopo di passare attraverso la darknet, che sta eludendo la sorveglianza di massa e mirata.

L'utilizzo di una VPN, o rete privata virtuale , ti darà maggiore sicurezza. Può aiutarti a mascherare ulteriormente la connessione tra te e il nodo Tor. Sembrerebbe che tu stia semplicemente facendo quello che fanno le altre persone che usano le stesse VPN, ovvero proteggere la tua privacy tunneling il tuo utilizzo di Internet attraverso il server dedicato della VPN.

Infatti, il browser Tor, soprattutto se utilizzato con una VPN, è un ottimo strumento per mantenere private le tue attività finanziarie. Ad esempio, quando rendi anonima la tua criptovaluta con una tecnologia come il mixer crittografico CoinJoin di Unijoin , anche il tuo utilizzo di questo servizio viene reso anonimo dalla combinazione del browser Tor e della VPN.

Passaggio 3. Naviga nella Darknet

È importante tenere presente che ora che hai gli strumenti e le precauzioni per accedere alla darknet, anche i domini che si trovano nella darknet sembrano completamente diversi dalla rete in chiaro. Il dominio di primo livello dei siti web nella darknet, ad esempio, è solitamente in .onion.

I siti Web inoltre non utilizzano nomi di dominio regolari. Invece, usano una serie di numeri e lettere che non hanno senso per chiunque li incontri senza conoscerli previamente. Il contenuto di questi siti web è quindi difficile da indovinare, a differenza dei siti web in rete chiari che spesso ti fanno sapere chiaramente di cosa trattano i siti web.

A questo punto è importante sottolineare che la darknet non segue alcuna regola poiché non ha un'entità dedicata che la supervisioni. Pertanto, dovresti prestare particolare attenzione quando accedi a determinati siti Web in modo da non incontrare contenuti che potresti trovare inquietanti.

Conclusione

Usare il browser Tor per accedere alla darknet è abbastanza semplice se segui le procedure corrette e imposti precauzioni come la VPN prima di immergerti. Non è un posto con solo contenuti inquietanti disponibili, anche se c'è sicuramente qualcosa del genere che fluttua da qualche parte nel vasto spazio della rete oscura.

Più di ogni altra cosa, è uno spazio in cui le persone sono completamente libere di accedere a Internet senza timore che il governo le spii. Dopotutto, il governo degli Stati Uniti spiava i suoi cittadini in coordinamento con società di telecomunicazioni come AT&T, come ha rivelato Edward Snowden nel 2013 .

Esistono diversi casi d'uso che la darknet può offrire. Sebbene abbia la sfortunata reputazione di essere utile per tenere nascoste attività illegali, soddisfa anche molti scopi legittimi, dalla protezione delle credenziali bancarie, all'anonimizzazione delle transazioni crittografiche con Bitcoin Mixer , alla protezione delle identità degli informatori.

La darknet è uno strumento eccellente che chiunque può utilizzare. Ci consente di esercitare il nostro diritto fondamentale alla privacy e, in definitiva, di proteggere la nostra identità.

Condividi:
Notizie e guide

Articoli simili

October 17th, 2023
Tutela della privacy degli utenti cinesi di Bitcoin: un'analisi approfondita del Mixer Bitcoin di UniJoin.io
La comunità cripto cinese deve affrontare troppi ostacoli per salvaguardare la propria privacy finanziaria e l'anonimato. UniJoin può venire in soccorso?
10 min da leggere
5733
October 3rd, 2023
I Segreti Del Monitoraggio Del Dark Web: Proteggere La Propria Impronta Digitale
Questo articolo esplora ciò che il monitoraggio del Dark Web può fare per proteggere le informazioni personali e i segreti aziendali.
9 min da leggere
5810
September 19th, 2023
Territorio selvaggio: perché il Dark Web non è stato ancora bandito?
I criminali informatici coinvolti in attività insidiose come il traffico di droga e armi illegali affollano il Dark Web. Le autorità stanno perseguendo questa parte di Internet?
8 min da leggere
5106

Utilizzare UniJoin per Anonimizzare
le tue criptovalute

Unisciti a Bitcoin Mixer UniJoin per ricevere monete qualitativamente non rintracciabili con l'aiuto della tecnologia CoinJoin.
Utilizzate UniJoin Bitcoin Mixer per anonimizzare le vostre finanze in criptovalute